8 femmes en mai 68 – Mardi 8 mai ore 20.00

Ass.Cult.FRANÇAIS D’OMBRIE et Ass.Cut. TANGRAM
vi invitano alla eccezionale proiezione del documentario
8 FEMMES EN MAI 68
ancora inedito in Francia e in Italia
in presenza del regista Xavier Barthélemy
in occasione dei 50 anni dagli eventi del Maggio 68

martedì 8 maggio
ore 20.00
Cinema Zenith – sala Carbonaia
Seguirà un dibattito in italiano e una cena* in presenza del regista.
Il documentario (52mn) rintraccia il percorso vissuto da 8 donne durante gli eventi di Mai 68 in Francia e ci fa scoprire, attraverso otto interviste, immagini di archivio storiche e personali, come le donne, malgrado la loro relativa assenza nei reportage dell’epoca, hanno attivamente partecipato all’organizzazione degli eventi e come hanno vissuto il cambiamento della loro condizione di donna nella società francese a partire da quel periodo.

L’argomento trattato è inedito e ci offre la possibilità di scoprire Maggio 68 in Francia sotto un angolo nuovo e ricco di informazioni personali.

Per la prima volta il regista dà la parola a donne di estrazione sociale e di provenienza diverse, mettendo in luce la prepotenza maschile operata nel trattamento dell’informazione giornalistica dell’epoca e della rievocazione degli eventi di oggi, a cinquant’anni della “rivoluzione culturale” che è stata un vero preambolo ai movimenti femministi degli anni 70.
Il regista francese Xavier Barthélemy è diplomato del Centro Sperimentale di Cinematografia di Cinecittà (Roma).
Lavora da 25 anni per la televisione francese ed é stato capo-montatore per l’Ufficio di Corrispondenza della RAI di Parigi.
Ha inoltre realizzato tre cortometraggi.

* il costo della cena non è compreso nel costo del biglietto. Prenotazione per la cena che si terrà al ristorante Nadir al momento dell’acquisto del biglietto di cinema. Serata riservata ai soci.

Annunci

Cazzotto – Giovedi 12 Aprile – ore 18.00

Spazio “Hortus Artis”

Marino Ficola presenta “Corpo”

CAZZOTTO è un evento culturale ideato da Simona Frillici e Giassi Piagentini che propone un modo non
convenzionale di fruire l’arte contemporanea in stretto rapporto con la città.
In apparenza costruito come una serie d’iniziative, incontri e performance nel centro storico di Perugia, la
proposta è strutturata su una visione di dialogo aperto con la città, tramite l’ottica e la sensibilità degli artisti
in una dinamica continuamente ricettiva nei confronti degli stimoli del momento secondo le identità: Arte/Vita e Qui/Ora.
Il senso di dare un titolo tanto esplicito, risuona con particolare efficacia a Perugia: se infatti il termine “cazzotto”
risulta quasi sfrontato, non è tanto da intendersi con riferimenti precisi al pugilato o ad una qualsiasi
implicita aggressività; Cazzotto è infatti legato a Perugia e ad uno dei suoi simboli il noto “Bacio”, cioccolatino
inizialmente battezzato “Cazzotto” che fu infatti successivamente rinominato “Bacio” per far presa sui
consumatori, quando in effetti il compatto pugno di cioccolato e nocciole, con un frutto intero che connota
la sporgenza di una nocca, resta comunque serrato e ancora pronto a sferrare un colpo a sorpresa alle papille
gustative.
In una Perugia disseminata di bellezze artistiche e architettoniche, patrimonio di un ricco passato, Cazzotto
si volge al presente con un’energia volta a sbloccare una latente “impasse”: sferrare “cazzotti” d’arte che
sono della stessa natura di “baci”, cioè omaggi nati dalla creatività degli artisti. Un’occasione di portare
l’arte a contatto diretto con la gente, coinvolgendola, in modo da rendere più vitale l’arte stessa, e più artistica
la vita cittadina, non esclusiva per gli addetti ai lavori e non solo dentro i luoghi deputati, ma esposta
alle reazioni del passante, del cittadino: un’osmosi con la vita e la strada che si snoda e si prolunga in un
percorso costituito da vari itinerari e appuntamenti.

https://www.facebook.com/events/361310054368306/

Ciel mon mardi! Martedi 10 Aprile – ore 20,00

En collaboration avec l’association Français d’Ombrie
A la découverte de Rina Gatti. Une soirée dédiée à la plus incroyable des femmes auteurs de l’Ombrie, devenue écrivain au soir de sa vie. En présence de son fils Giovanni Paoletti, de Sylvie Béal qui a notamment supervisé la traduction du roman “Pièces Vides” et de Caterina Fiochetti, comédienne qui interprètera des textes de Rina Gatti (une collecte à “offerta libera” sera proposée en faveur de la comédienne).
Les participants sont invités à partager un plat une boisson, un dessert apportés par leurs soins.

Serigrafia su lino

svetlana

Sabato 24 marzo dalle ore 14,30  alle 17,30

Organizzato da Baltico –  Svetlana Baranovska
“Vi ricordate le bellissime sciarpe e i foulard dipinti a mano con quella antica tecnica chiamata serigrafia? Ho ricevuto da tutti voi tanti complimenti! Così ho pensato che sarebbe stato bello se Anastasija (colei che li ha ideati) fosse venuta a trovarci qui a Perugia per farci vedere come realizza i suoi capi con questa tecnica… In che modo mescola i colori, li posa sui tessuti di lino realizzando dei fantastici “quadri”… Così, se vorrete, sono lieta di accogliervi, insieme a lei, il 24 marzo dalle 14.30 alle 17.30 presso (Tangram Design) Potrete apprendere e “rivivere” questa antica tecnica, realizzare voi stessi una sciarpa, un foulard, un asciugamano, un centro tavola in lino decorati a mano o semplicemente vederci lavorare ed assaporare con noi una buona tisana lettone! Per partecipare ed avere maggiori info, scrivete in privato oppure chiamatemi t. 3393922824 Grazie